Project Description

Mario Pizzuti e Davide Rocca

La voce del corpo

Il laboratorio è rivolto a cantanti, attori e in generale a tutti quelli che intendano affrontare l’espressività scenica a 360 gradi. Frutto della ultra ventennale collaborazione dei due conduttori, il metodo di lavoro intende scardinare quei paletti che separano spesso l’utilizzo della tecnica vocale e  l’interpretazione. Il corso è diviso in una prima parte dove, attraverso un training specifico fisico e mentale, si allenerà l’attore/cantante alla consapevolezza di sé e del proprio corpo e si lavorerà sullo stretto legame tra presenza scenica e concentrazione. Nella seconda parte lo studio della tecnica vocale completerà il lavoro che porta all’interpretazione, aprendo l’allievo a un approccio armonioso mente-corpo-voce. Cantanti e attori studieranno sia su testi di prosa che brani cantati da loro stessi scelti. I conduttori si riservano tuttavia la possibilità di assegnare testi e brani a loro scelta. E’ prevista una mise in espace finale in forma di concerto-spettacolo sul lavoro effettuato durante lo stage.

Per svolgere l’allenamento in maniera corretta è obbligatorio dotarsi di abbigliamento comodo e tappetino.

Curriculum vitae di Mario Pizzuti

Diplomatosi attore allo “Studio Fersen – scuola internazionale dell’attore”, esordisce in teatro con “Piccola città” di T. Wilder, per la regia di Ermanno Olmi. Parallelamente alla carriera d’attore riprende gli studi: Pippo Del Bono, Dominic de Fazio, Citto Maselli per la recitazione; Gabriella Ravazzi per la voce parlata; Anna Paola Bacalov e Elena Majnoni per lo studio del movimento; Nicolaj Karpov, col quale studia la biomeccanica e la sua applicazione per lo studio e la costruzione del personaggio. Nel 1995 inizia il suo percorso da insegnante: privatamente per alcuni anni e in seguito nella scuola di teatro integrata con allievi diversamente abili del “Teatro Patologico” fondato da Dario D’Ambrosi. Nel 2015 la scuola diventa il primo corso universitario sperimentale di Teatro integrato presso l’Università di Tor Vergata a Roma. Nei primi anni duemila, dopo alcune regie teatrali e cortometraggi, inizia a lavorare nel cinema come dialogue/acting coach: segue, tra gli altri, Penelope Cruz in tutti i suoi film italiani; Isabelle Huppert, Daniele Liotti, Giampaolo Morelli, Valeria Solarino, Vittoria Puccini. collabora con registi come Sergio Castellitto, Daniele Luchetti, Cristina Comencini, i fratelli Taviani, Stefano Sollima, Marco Bellocchio, Michele Placido; prepara e segue tutto il cast di “Romanzo criminale – la serie 1 e 2” e parte del cast di “Suburra – la serie”. Contemporaneamente prosegue nella formazione/collaborazione col maestro Davide Rocca, cantante lirico e insegnante; con la psicologa dott.ssa Pina Li Petri, con la quale studia il “potere della mente” finalizzato alla costruzione di un sé forte e dell’autostima, altro cardine fondamentale nel suo personale metodo di formazione dell’attore. Dal 2014 al 2018, presso “Carrozzerie n.o.t.” a Roma, tiene laboratori di  recitazione che uniscono il percorso formativo e di ricerca alla messinscena di un testo. Attualmente conduce una palestra di recitazione per l’allenamento e la formazione dell’attore teatrale e cinematografico, finalizzato anche alla realizzazione di show reel, self tape per provini e preparazione al lavoro sul set.

Curriculum vitae Davide Rocca

 Dopo il diploma di pianoforte, studia e si diploma in canto con il soprano G. Ravazzi a Genova. Numerosi sono gli stages di alto perfezionamento dal 1991 a oggi: coi Maestri V. Puecher presso il Teatro grande di Brescia, K. Ricciarelli presso il Teatro di Sabbioneta, E. Kirkby per la vocalità barocca a Dartington (UK). La sua carriera abbraccia un percorso operistico che lo vede impegnato in Italia e all’estero presso numerosi teatri (la Fenice, Regio di Torino, Losanna, Varsavia ecc…) e nella riscoperta di numerosi intermezzi buffi e opere del Settecento incisi per diverse case discografiche (per la Bottega discantica Livietta e tracollo di G.B. Pergolesi, il tutore di J. H. Hasse, Don Falcone di Jommelli, L’amor mugnaio di Nicolini, Clotilde e Arrighetto di Coccia per Bongiovanni) e opere del primo romanticismo.

In campo concertistico ha affrontato diverse esecuzioni liederistiche (trasmissioni per RAI SAT), di brani sinfonico vocali (con K. Ricciarelli in un concerto a Corigliano d’Otranto), e di musica extraeuropea frutto di personale ricerca trascritta per voce lirica (diverse le incisioni col gruppo da camera “Caronte” di Brescia). Collabora stabilmente con diverse formazioni orchestrali, sia come cantante che come docente, tenendo stages di perfezionamento sull’opera buffa italiana ed eseguendo concerti vocali di repertorio classico e contemporaneo. Nell’estate del 2006 è stato Don Alfonso In Così fan tutte presso la villa Bernocchi di Premeno (VB), con la direzione di M. Brescia e la regia di N. Ulivieri e poi in Brasile per una tournée di musica antica (Miserere di G. B. Pergolesi). Nel settembre del 2007 ha partecipato all’allestimento presso il Teatro “Alla Scala” di Milano dell’opera Teneke di F. Vacchi con la direzione di R. Abbado e la regia di E. Olmi.

In seguito ha cantato a Malta e Lugano in Cenerentola di G. Rossini ed é stato Leporello in Don Giovanni presso il teatro di Aosta. Incursioni nell’opera del Novecento sono anche l’esecuzione de Il Telefono di Menotti e de Il segreto di Susanna di Wolff-Ferrari. Al piccolo Teatro Strehler ha eseguito nel 2009 Ferrovia Soprelevata di Luciano Chailly e dello stesso autore ha cantato L’aumento e Procedura penale. Dal 2007 è ospite dell’accademia musicale “Luter King” di San Paolo del Brasile, diretta dal maestro Martino-Lutero Galati de Oliveira, come cantante e docente.

Condividi questo evento nei social

  • dal 5 all’11 luglio 2021

  • San Leo – Palazzo Mediceo o Fortezza

  • Costo iscrizione: 40 euro

  • Costo corso: 240,00 euro

Iscriviti ora
MasterClass