I Concerti

Concerto di inaugurazione
28
Luglio

Capricci del destino

Racconti per voce e strumento al sapore di Tango

con
Laura Catrani - soprano
Francesco Gesualdi - fisarmonica
Luca Scarlini - narratore

Una cantante, un fisarmonicista e un narratore, ripercorrono suggestioni intorno al tango tra cronaca e mito. Ogni piccola storia si lega a una ispirazione letteraria e cinematografica, mentre il repertorio musicale è quello della musica che da inizio ‘900 ha arrichito la tradizione ibridandola con altre avventure del suono. Lo slang dei bassifondi porteñi che del tango fu l’idioma, basato sull’inversione dei suoni (per cui tango, diventava gotan come recitava il nome di un celebre progetto pop di qualche anno fa), unisce brani rari dal passato a momenti tradizionali, alle nuove composizioni, create per l’occasione e profumate di tango, dei compositori Matteo Franceschini e Michele Tadini.
Laura Catrani è un talento eclettico che spazia dalla lirica alla musica contemporanea, non tralasciando il repertorio di tradizione popolare. È stata più volte protagonista di prime mondiali di rinomati compositori. Francesco Gesualdi ha interpretato molte prime assolute di composizioni a lui dedicate, ed è considerato uno tra i più originali interpreti del repertorio contemporaneo per fisarmonica.
Luca Scarlini, scrittore, docente e drammaturgo, insegna alla Scuola Holden di Alessandro Baricco e Storia della Moda all’Istituto Europeo di Design. Tra suoi libri più recenti segnaliamo Lustrini per il regno dei cieli (Bollati Boringhieri) e Ziggy Stardust la vera natura dei sogni (add).

Chi è Luca Scarlini

Luca Scarlini, scrittore, drammaturgo, performance artist. Scrive per la musica e per la danza: dal al 2008 è consulente artistico del festival MilanOltre al Teatro dell’Elfo di Milano.
Ha all’attivo una vasta attività come storyteller in solo e a fianco di musicisti, danzatori e attori, lavorando tra l’altro con Martin Bauer, Anna Toccafondi, Monica Benvenuti, Nora Chipaumire, Luisa Cortesi, Massimiliano Damerini, Francesca Della Monica, Elio delle Storie Tese, Ane Lan, NicoNote, Elisabetta Pozzi, Emanuele Torquati, Luca Veggetti. Tra i suoi libri recenti : Lustrini per il regno dei cieli (Bollati Boringhieri), Sacre sfilate (Guanda), dedicato alla moda in Vaticano, Un paese in ginocchio (Guanda), La sindrome di Michael Jackson (Bompiani), Andy Warhol superstar (Johan and Levi), Il Caravaggio rubato (Sellerio), Hitler contro Siviero (Skira), Memorie di un’opera d’arte (Skira).
Ha allestito mostre tra l’altro per Salone del Libro, Torino, spazio Atrium, Centro Mauro Bolognini, Pistoia, Cassa di Risparmio, Museo Marino Marini, Biblioteca di Sesto Fiorentino, Biblioteca Braidense, Milano. Ha creato racconti per musei, a Genova, Firenze (Museo della Specola), Bassano del Grappa (Museo Civico), Vicenza (Palazzo Chericati), Milano (Gallerie d’Italia, Museo del 900), Verona (Museo d’Arte Moderna).
Docente presso lo IED (Firenze, Milano, Roma), l’Accademia di Brera, la Scuola del Teatro Stabile di Torino, la Scuola Holden di Torino, e ha collaborato con numerose università all’estero, in specie a San Paolo del Brasile e a Tokyo. Sul tema dei musei ha scritto in numerose sedi.
È dal mese di gennaio 2015 conduttore del programma Museo Nazionale su Radio3.

Chi è Laura Catrani

Laura Catrani intraprende gli studi musicali in giovane età, diplomandosi a pieni voti in Canto e in Musica Vocale da Camera presso il Conservatorio G.Verdi di Milano, sotto la guida di Daniela Uccello.
Soprano di tessitura duttile ed estesa, unisce musicalità ed espressività teatrale nell’affrontare generi e stili diversi, con una predilezione per il repertorio barocco e settecentesco e la musica del Novecento e contemporanea, in veste puramente canora, ma anche di cantante-attrice.
Inizia la propria carriera solistica cimentandosi nel repertorio da camera sacro e profano (dai madrigali di Monteverdi alla Messa D167 di Schubert e alla Petite Messe Solennelle di Rossini) con il Coro della Nuova Polifonica Ambrosiana di Milano.
Interpreta Barbarina ne Le nozze di Figaro di W.A. Mozart al Teatro Regio di Torino, diretta da Stefan Anton Reck, al Festival delle Settimane Musicali di Stresa, diretta da Gianandrea Noseda e al Teatro Carlo Felice di Genova, diretta da Tomas Netopil; Papagena in Die Zauberflöte (W.A. Mozart) al Teatro Regio di Torino, diretta da Fabio Biondi e al Festival delle Settimane Musicali di Stresa, diretta da Gianandrea Noseda; Zerlina in Il dissoluto assolto di A. Corghi, su libretto di Josè Saramago, diretta da Marko Letonia, in prima italiana al Teatro La Scala di Milano nel 2006; e delle parti femminili principali di La pazienza di Socrate con due mogli di Antonio Draghi alla Sagra Musicale Malatestiana di Rimini, diretta da Alan Curtis, Le Nozze di Gamacho di S.Mercadante al Festival Rossini in Wildbad, diretta da Antonino Fogliani, Dido and Aeneas (Belinda) di H.Purcell, diretta da Giulio Prandi, La Serva Padrona e La Frascatana di G.Paisiello, e Lo speziale di Haydn.
L'attenzione per la musica contemporanea la porta a interpretare opere dei più importanti autori del Novecento, tra cui Luciano Berio (Sequenza III) oltre a prime mondiali di composizioni scritte per lei da Azio Corghi, Alessandro Solbiati, Michele Tadini, Matteo Franceschini e Silvia Colasanti.
Stabilisce una fruttuosa collaborazione con il compositore Azio Corghi, che per lei ha scritto Ite bellu per soprano e orchestra, in prima assoluta al Teatro di Cagliari, con la direzione di Vittorio Parisi e di cui interpreta la parte di Zerlina nel Dissoluto assolto. Interpreta con successo il brano Lost di Fausto Romitelli, alla Biennale di Venezia 2008, diretta da Andrea Pestalozza con l'Ensemble UnitedBerlin.
Nel 2009 presenta, in prima assoluta, il concerto-spettacolo a voce sola Vox in femina, che include brani scritti ad hoc da Matteo Franceschini e Alessandro Solbiati. Interpreta inoltre, in prima esecuzione assoluta, …da viva Voce di Michele Tadini e i Sei canti del Kokin Shu di Giacomo Manzoni per Milano Musica.

Chi è Francesco Gesualdi

Francesco Gesualdi, è nato a Castrovillari e vive a Firenze. E’ riconosciuto come uno dei più originali e versatili fisarmonicisti della sua generazione. Padrone di un ampio repertorio – caratterizzato da importanti composizioni della Musica Antica (ha trascritto opere di autori come Carlo Gesualdo, Antonio de Cabezon, Frescobaldi, Bach, Scarlatti) e della Musica Contemporanea è presente nei cartelloni delle più importanti Stagioni concertistiche, di Società di Concerti, Enti e Teatri storici. Collabora con vari compositori della musica d’oggi, compiendo – in Italia, Europa, Australia e America – molte prime esecuzioni assolute a lui dedicate. Ha realizzato prime assolute di autori come: Bogdanovic, Cardi, Cardini, Franceschini, Gilardino, D’Amico, Montalti, Verunelli, Heusinger, Hosokawa, Magini, Nieder, Solbiati, Gervasoni, Heusinger, Brümmer, Reiner, Sani, Skempton, Torres Maldonado, Ulivelli. Ha collaborato inoltre con compositori come Gubaidulina, Kagel, Hosokawa, Rihm, eseguendo le loro più celebri composizioni per fisarmonica, in prima italiana.
Tra i contesti di maggior pregio dove ha suonato si ricorda: Sala Santa Cecilia di Roma; Teatro Dal Verme di Milano; Teatro San Carlo di Napoli; Associazione Musicale Lucchese; Festival Nuova Consonanza di Roma; Festival Tempo Reale di Firenze; Settembre Musica (MiTo) a Torino; Associazione Musicale Etnea; Sala Petrassi e Sala Sinopoli dell’Auditorium di Roma; Teatro della Pergola; Amici della Musica di Firenze; Amici della Musica di Ancona; Fabbrica Europa Festival; Amici della Musica di Modena; ZKM zentrum di Karlsruhe; Teatro Goldoni di Firenze; Auditorium NGV di Melbourne; Auditorium di Milano; Biennale di Venezia; Pietà de Turchini di Napoli; Teatro Comunale di Firenze; “Salone Chigi Saraceni” dell’Accademia Chigiana di Siena; Auditorium Melotti di Rovereto. Ha suonato per RadioRai 3; Radio SBS di Melbourne; Radio Vaticana; Radio Orff di Vienna. Molte le sue importanti collaborazioni in ambito cameristico e da solista con Orchestre. Solo per citarne alcune, si segnala la collaborazione con il Direttore d’Orchestra Marco Angius e l’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano; con il Direttore d’Orchestra Rani Calderon e l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano; con il Direttore d’Orchestra Carlo Boccadoro; con la violinista Mieko Kanno e il violinista Cristiano Rossi; con i violoncellisti Francesco Dillon e Alexander Ivashkin; con il flautista Roberto Fabbriciani; con i pianisti Matteo Fossi e Gregorio Nardi; le voci Sonia Bergamasco, Alda Caiello, Maurizio Leoni, Laura Catrani; con gli attori Carlo Cecchi, Maya Sansa; con il drammaturgo Luca Scarlini; con il Quartetto Savinio, con l’Ensemble Europeo Antidogma di Torino, con il Freon Ensemble di Roma, con il PMCE ensemble del Parco della Musica di Roma; con il Contempoartensemble di Firenze e con l’Ensemble Sentieri Selvaggi di Milano. Ha lavorato con importanti Istituti Europei dediti allo studio della musica elettronica: Experimental Studio di Friburgo (Radio SWR di Germania); Tempo Reale di Firenze; ZKM di Karlsruhe. Ha fondato e dirige il RowsEnsemble (Quintetto di fisarmoniche) ed è Direttore artistico del GAMO (gruppo aperto musica oggi) di Firenze. Insegna nel Conservatorio Superiore di Musica “L. Refice” di Frosinone. Ha inciso CD per fisarmonica sola e con fisarmonica in ambito cameristico per EmaRecords e per Brillant classics. Prossimamente, a settembre, sarà ospite in Duo con Roberto Fabbriciani del celebre Festival d’Autunno di Varsavia e in luglio suonerà in Messico con il Dynamis Ensemble al Centro Nazionale delle Arti di Città del Messico, per il Ciclo Internacional de Musica Laberintos Sonoros.

21:00

San Leo - Fortezza

Luca Scarlini Francesco Gesualdi